Vivere la fotografia a Roma

Giovedì, 17 Ottobre 2019 14:42

Luxardo e il Cinema

Written by
Vota questo articolo
(0 Voti)

dal 17.10.2019 all'01.12.2019

Casa del Cinema

  • Autore: Elio Luxardo
  • Curatore: Fondazione 3M
  • Data Inizio: 17.10.2019
  • Data Fine: 01.12.2019
  • Dove: Casa del Cinema
  • Indirizzo: Largo Marcello Mastroianni, 1
  • Orari: lunedì - venerdì 16.00-20.00, sabato e domenica 10.00-13.00 / 16.00-20.00
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 060608
  • Descrizione Evento:

     

     

     

     

    “Luxardo e il cinema”, una raccolta di 32 scatti di Elio Luxardo, artista noto per essere il fotografo delle dive e dei divi di Cinecittà.
    Realizzata in occasione della Festa del Cinema di Roma, l’esposizione propone una collezione di immagini dei più noti protagonisti del cinema italiano del ‘900, tra cui Alberto Sordi, Sofia Loren, Vittorio De Sica e Gina Lollobrigida. Tutte le opere, che rimarranno esposte fino al 1° dicembre, appartengono all’archivio di Fondazione 3M, istituzione culturale permanente di ricerca e formazione e proprietaria di uno storico archivio fotografico di circa 110 mila immagini.

    Attraverso questa mostra, realizzata in collaborazione con Daniele Luxardo, nipote del celebre fotografo, e curata dal critico fotografico Roberto Mutti, Fondazione 3M rende omaggio ai grandi volti del cinema italiano. Da grande appassionato di cinema, Elio Luxardo aveva imparato sul set a utilizzare in maniera innovativa le luci per valorizzare i volti. Nei suoi scatti, il fotografo riesce infatti a far emergere le caratteristiche di ognuno dei suoi soggetti, sottolineando l’ironia di uno sguardo e la forza seduttiva di un altro, le posture più classiche e quelle insolite. Le opere di Luxardo trasmettono inoltre un senso di plasticità, grazie alla scelta delle riprese laterali, che vedono corpi e volti occupare lo spazio in diagonale.

    Elio Luxardo (1908-1969), nato da genitori di origini italiane in Brasile, si afferma inizialmente come autore di documentari, imparando il mestiere della fotografia dal padre, fotografo di professione. Trasferitosi a Roma, si iscrive al Centro Sperimentale di Cinematografia col sogno di diventare regista. Abbandona però quasi subito la scuola per entrare nello studio del fotografo Sem Bosch e ne rileva l’attività affermandosi rapidamente come ritrattista. Proprio in questa veste, il fotografo è stato in particolar modo apprezzato dai divi di Cinecittà per la sua capacità di ricercare la bellezza nei volti e nei corpi, e di realizzare scatti che non erano mai ripetitivi.

     

    FONDAZIONE 3M

    Un’istituzione culturale permanente, snodo di divulgazione e formazione dove scienza e ricerca, arte e cultura, discipline economiche e sociali, vengono approfondite, tutelate, promosse e valorizzate, nella consapevolezza dei valori d’impresa e della cultura dell’innovazione. La Fondazione 3M è proprietaria di un archivio fotografico che si caratterizza per un patrimonio di circa 110 mila immagini (lastre, cartoline fotografiche, negativi, stampe vintage e riproduzioni), provenienti dalla storica azienda fotografica italiana Ferrania (acquisita negli anni ’60 da 3M) e da una serie di donazioni e di acquisizioni avvenute nel tempo e recenti. L’archivio fotografico è stato costituito sistematizzando il ricco patrimonio iconografico raccolto grazie ad un innovativo approccio alla comunicazione istituzionale, alla divulgazione tecnica e tecnologica, nel corso delle vicende aziendali di Ferrania prima e di 3M Italia poi. Fondazione 3M fa parte di Rete Fotografia, di AIM – Associazione Interessi Metropolitani e di Woman & Technologies.

Read 74 times Ultima modifica il Martedì, 03 Dicembre 2019 22:30