Vivere la fotografia a Roma

Ignacio Maria Coccia. Nati dopo l'89

  • Autore: Ignacio Maria Coccia
  • Data Inizio: 08.11.2019
  • Data Fine: 14.02.2020
  • Dove: Goethe Institut
  • Indirizzo: Via Savoia, 15
  • Orari: lunedì 14-19, martedì - venerdì 9-19, sabato 9-13
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 06 8440051
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

    Sono passati ormai trent’anni dal crollo del Muro di Berlino. Da allora l’Europa è profondamente cambiata. Non c’è più la Guerra Fredda e non ci sono più gendarmi alle frontiere; esiste una moneta comune e l’Unione europea si è allargata a Paesi un tempo sotto l’influenza sovietica; si può inoltre circolare da un Paese all’altro della stessa Ue senza subire controlli lungo i confini.

    Ma come vivono questa Europa i ragazzi nati dopo la caduta del Muro di Berlino? Che percezione hanno della storia pre-’89? Cosa sanno del Muro? Come vorrebbero l’Unione di domani? Il giornalista Matteo Tacconi e il fotografo Ignacio Maria Coccia sono andati a Dresda, Bonn, Trieste e Bari a scoprirlo.

    La mostra Nati dopo l’89 è un viaggio alla ricerca della generazione post-Muro, in Italia e Germania. Immagini e parole che raccontano venti giovani europei nati dopo il crollo del Muro di Berlino.

    Il fotografo Ignacio Maria Coccia e il giornalista Matteo Tacconi li hanno incontrati in quattro città simbolo. Dresda, nella ex RDT ancora avvolta da una certa mentalità dell’est, Bonn nell’ovest, nonché ex capitale della Germania occidentale. Trieste città di frontiera, multiculturale, piccola Europa in scala, e Bari, più a sud ma sempre sull’Adriatico: un muro d’acqua al tempo della Guerra fredda.

    In mostra ci sono i ritratti di venti under trenta, studenti o lavoratori, fotografati da Ignacio Coccia nei luoghi scelti da loro stessi. Cortili universitari, bar, vie del centro storico, teatri, fabbriche dismesse e musei. Le fotografie sono corredate da testi con le testimonianze raccolte da Matteo Tacconi.

    Qual è la percezione che hanno i nati dopo l’89 della storia del Muro di Berlino e dell’Europa di 30 anni fa? In Germania, è evidente, i giovani sono più influenzati dalla storia del Muro di Berlino. Lo sono perché lo hanno studiato a scuola o perché hanno ascoltato i racconti dei genitori. O entrambe le cose.