Vivere la fotografia a Roma

Jacopo Rimedio. Idro-Grafia

  • Autore: Jacopo Rimedio
  • Data Inizio: 23.11.2019
  • Data Fine: 03.12.2019
  • Dove: Sinestetica
  • Indirizzo: Viale Tirreno, 70 a/b
  • Orari: martedì - giovedì 15-22, venerdì e sabato 15-23,45, domenica 17-22
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 06 943 75 745
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

    " 'Idro-Grafia' è un lavoro che indaga il paesaggio italiano utilizzando la rappresentazione fotografica come strumento per rivelare le tracce del processo che definisce l'identità di un territorio e di chi lo abita.
    Questo progetto si interessa di quei luoghi in cui il motore che innesca le trasformazioni del territorio è legato all'acqua. Sono paesaggi naturali o antropizzati, più o meno intensamente, in cui i soggetti rappresentati sono degli elementi che rendono riconoscibile quel determinato luogo ed esercitano un'influenza sull'immaginario collettivo di chi lo vive.
    Questi paesaggi presentano origini e caratteristiche eterogenee: sono il risultato dell'azione di fenomeni naturali; sono la conseguenza dell'attività umana, che talvolta si manifesta in modo invasivo al punto tale da alterare morfologicamente un territorio; sono architetture ormai storicizzate, che appartengono ad una rappresentazione più classica del paesaggio tradizionale, annullando la distinzione tra ciò che è naturale e ciò che è artificiale.
    Tali luoghi, con il passare del tempo, entrano nella memoria collettiva degli abitanti, diventando simboli identitari ed espressione di un senso di appartenenza." J.R.

    Jacopo Rimedio
    Jacopo Rimedio nasce a Roma nel 1985, si laurea in ingegneria
    Edile-Architettura presso l'Università di Roma Tor Vergata. Si
    avvicina alla fotografia quando gli viene regalata una
    fotocamera reflex e questo interesse si trasforma presto in
    passione, che coltiva inizialmente da autodidatta. Nel 2014
    inizia a frequentare l'associazione culturale Officine
    Fotografiche di cui è tuttora socio.
    Tramite l'associazione approfondisce la conoscenza del mezzo
    fotografico e indirizza la propria formazione verso la
    fotografia documentaria di paesaggio, concentrando il proprio
    lavoro sulle trasformazioni del territorio e su come questi
    processi esercitino la propria influenza sull'uomo.

    Durante l'inaugurazione potrete ristorarvi al bancone di Sinestetica, pronto a prendersi cura di voi con spuntini, vino, birre artigianali e cocktail di ogni sorta.