Massimo Minzi. I colori della mia vita

  • Autore: Massimo Minzi
  • Curatore: Penelope Filacchione
  • Data Inizio: 19.11.2022
  • Data Fine: 04.12.2022
  • Dove: Art Sharing Roma
  • Indirizzo: Via Giulio Tarra, 64
  • Orari: martedì - sabato 17-20
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 3389409180
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

    Per me la fotografia è l’arte dell’osservazione. Si tratta di trovare qualcosa di interessante in un luogo ordinario. Ho scoperto che ha poco a che fare con le cose che vedi e tutto a che fare con il modo in cui le vedi.

    Elliot Erwitt

    Questa frase ha molto a che fare con Massimo Minzi: ha fotografato per tutta la vita, anche se dice di sé di non essere un fotografo perché non ha fatto di questo la sua professione.
    Scorrendo le migliaia di scatti si ha la sensazione di viaggiare con lui in un mondo magico; sentirlo raccontare dei luoghi come si si fosse lì, con l’entusiasmo di un ragazzo e con semplicità, è quasi commovente.

    La fotografia di viaggio ha una storia tutta sua: il fotografo è contemporaneamente paesaggista e ritrattista, deve avere un occhio antropologico e uno pittorico per gli spazi. Eppure, la più antica fotografia di viaggio risale al 1826, ancor prima della nascita del dagherrotipo.
    Un genere che ha un fascino particolare, tanto che riviste intere sono praticamente dedicate solo a questo e sono amatissime anche dal grande pubblico.

    Asia, Africa, America, Europa, non c’è un posto dove Massimo Minzi non abbia trovato qualcosa da amare e da fotografare: scatti particolari rubati tra la folla o visioni inedite di luoghi molto noti, dove ciò che davvero colpisce è il senso del colore e della composizione.
    Da ciò il titolo della mostra: la curatrice Penelope Filacchione ha partecipato con l’autore alla visione di migliaia di foto, letteralmente una vita a colori, tra le quali ne sono state selezionate una ventina particolarmente significative.

    A volte pop, a volte struggenti nella loro poesia, raccontano il respiro del deserto o il brulicare di un mercato indiano, la grandezza delle spiagge oceaniche o l’intensità di un volto segnato dal sole.

    Una mostra antologica gioiosa e colorata, che ripercorre l’esperienza di vita e di arte di una persona curiosa, colta, ironica e garbata, che sa girare per il mondo in punta dei piedi e trovare sempre un punto di vista interessante sulle cose.
    Qualcosa di cui abbiamo davvero bisogno in un momento così cupo della storia. Per ridare respiro all’anima e gioia agli occhi.

    ARTSHARING

    Come dichiarato nel “manifesto”, ArtSharing nasce nel 2018 da un progetto di partecipazione e di collaborazione: galleria d’arte e associazione culturale, offre uno spazio di incontro tra artisti e tra artisti e pubblico, proponendosi di interagire aprendosi alle proposte del territorio e dando spazio anche a progetti inusuali o di artisti emergenti.

    A questo scopo organizza conferenze e incontri tra artisti e pubblico durante l’intero arco dell’anno. ArtSharing nasce anche con l’idea di offrire un punto di appoggio ad artisti non romani o non italiani che siano presenti in città per la partecipazione ad un progetto e che non abbiano uno spazio dove realizzare il proprio lavoro. L’obiettivo è la creazione di una rete solidale con gallerie e laboratori sparsi in altri luoghi del mondo. Inoltre, in linea con la filosofia della sua fondatrice – la storica dell’arte Penelope Filacchione - ArtSharing ha tra gli obiettivi statutari la promozione del turismo culturale.

    Come galleria-associazione ArtSharing offre le proprie competenze ai giovanissimi, proponendo percorsi di alternanza scuola lavoro per gli studenti di liceo e tirocini universitari, in particolare per i futuri giovani artisti o imprenditori nel mondo dell’arte, affinché possano sperimentare il dietro le quinte di una galleria.

    Offre infine corsi e workshop d’arte, di storia dell’arte e di storia tenuti da ottimi artisti o docenti specializzati, certificati UNIEDA per l’Educazione permanente degli adulti.