Irene Vallerotonda. Vi racconto Cuba

  • Autore: Irene Vallerotonda
  • Data Inizio: 06.10.2021
  • Data Fine: 16.10.2021
  • Dove: Associazione Culturale La Maggiolina
  • Indirizzo: Via Generale Roberto Bencivenga, 1
  • Orari: giovedì - domenica 18.30-22.00
  • Ingresso: libero con green pass
  • Tel. / Mob.: +393388781118
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

    Cuba è diversa da tutte le altre destinazioni della terra. Che sia un posto da sogno o una meta da incubo dipende da molti fattori. Un consiglio? Tenere la mente aperta e lasciarsi “Cubare” ... -
    In un mondo dove tutto sembra andare alla rovescia esiste un'isola che sorprende per la gioia, i colori e l'armonia del suo popolo. Non è ricca di petrolio, oro e industrie, ma è ricchissima di felicità, divertimento e socialità. Cuba, un mondo diverso dal nostro dove l'aspetto essenziale è ridere, ballare e vivere alla giornata come se fosse l'ultima della propria vita...

     

    La mostra fotografica di Irene Vallerotonda, associata di Target Lab , dal titolo “ Vi racconto Cuba”, è un diario di viaggio composto dall'autrice con sensibilità, rispetto e curiosità, che ha il pregio di presentarci uno spaccato di vita del popolo cubano ricco di colore, consuetudini ed umanità.

    La mostra, ha trovato sin da subito il sostegno dell'Associazione Nazionale di amicizia Italia – Cuba, vuole anche essere il pretesto per un momento di dibattito e sensibilizzazione in merito l'anacronistico embargo USA che produce un grave stato di isolamento politico ed economico di Cuba; una misura arbitraria ed oppressiva condannata più volte dall'Onu; in ultima data il 23 giugno scorso, con una votazione che ha visto 184 paesi favorevoli alla fine dell'embargo, 3 astensioni (Colombia, Ucraina ed Emirati Arabi Uniti) e 2 soli voti contrari : USA e Israele. Mentre l'embargo continua nonostante l'avvicendarsi delle amministrazioni USA, aumenta il clima di sofferenza della popolazione che sempre necessità di ricevere aiuti di ogni genere.

    All'evento parteciperanno e prenderanno la parola il giornalista e autore televisivo Francesco Neri che sarà anche moderatore; Lisset Argüelles, Consigliere culturale ambasciata di Cuba, il maestro Maurizio Paradisi, Membro d'onore della FCAM (Federazione Cubana Arti Marziali) e assessore tecnico straniero per lo stile Wadoryu; l'Associazione nazionale di amicizia Italia- Cuba nella persona del Presidente Marco Papacci.

    Proprio nell'intento di sostenere Cuba e il suo popolo con l'invio di aiuti umanitari sarà cura di TARGET LAB Ets di dare indicazioni per farlo attraverso l'associazione naz. Di amicizia Italia-Cuba.

    La stessa autrice delle foto, si rende ben disponibile nel devolvere il ricavato di eventuali vendite all'associazione Italia-Cuba.

    Alessandro Lisci, Presidente Target Lab Ets

     

    Biografia

    Mi chiamo Irene Vallerotonda, sono nata e vivo a Roma e fotografo per raccontare ciò che non riuscirei mai a dire con le parole...per fermare un attimo...per cogliere un'emozione.

    Sono una fotografa autodidatta che ama viaggiare e raccontare i suoi viaggi attraverso la fotocamera reflex digitale.

    Spesso mi chiedono perché giro sempre con la macchina fotografica anche se non è previsto alcun evento, festa o manifestazione. Io rispondo: perché mi piace fotografare... Non so cosa in particolare ma quello che improvvisamente mi colpisce, mi emoziona. Fosse per me porterei la fotocamera ad un funerale, in ospedale e anche se questo sembra irrispettoso per me è vita!

    Vita dove non solo esiste la festa ma ogni sfaccettatura della quotidianità: le luci, i colori, le diversità, gli sguardi, i contenuti.

    Fermarsi e osservare... e ti rendi conto di quante sfaccettature si presentano ai tuoi occhi!

    Certo, ognuno di noi ha una sensibilità e ad essa si rapporta nel “guardare”.

    Può sembrare banale ma succedono un sacco di cose attorno a noi e per la maggior parte dei casi non si fa abbastanza attenzione per rendercene conto, ma basta poco, basta stare attenti a quel che succede ed avere la macchina accesa.

    A volte ho la sensazione di vivere la scena e di prevedere quasi ciò che succederà! Un gesto, uno sguardo, un sorriso, una coincidenza.

    A volte spero succeda l’attimo giusto e allora mi metto ad osservare fino a quando l’attimo arriva.

    Spesso lo chiamano Fattore “C” ma quando, come me, hai la fissa per le relazioni umane divento un osservatore seriale del soggetto e quando avverto il momento parte lo scatto!

    Anche se sono alla mia prima mostra personale, sono molti anni che fotografo. Ciò non vuol dire che sono una “fotografa” ma che vorrei diventarla!

    Irene Vallerotonda